mercoledì 25 febbraio 2015

Cinema in Pillole # The Imitation Game

Finalmente sono riuscita ad andare a vederlo anch'io prima lo levassero dalle sale! E ho fatto bene


 
Regia: Morten Tyldum;
Genere: biografico, storico, drammatico.
Premi: Oscar come Miglior Sceneggiatura non originale 2015.

voto: * * *

Da Vedere perchè: è un bel film ed è davvero ben recitato specialmente dal protagonista. 
Seppur ben confezionato in pieno stile statunitense, con tanto di violini e frasone un pò paracule, riesce ad affrontare bene una storia complessa come questa senza renderla eccessivamente pomposa o esagetata.
Il ritmo c'è e i contenuti pure. 

E' il tributo a un uomo che ha fatto la storia e l'ennesimo esempio dello schifo di mondo xenofobo nel quale viviamo
Oscar meritato.
 

Note Dolenti: Causa tempi cinematografici e scelte registiche, alcune parti sono poco sviluppate o poco approfondite come per esempio la cura ormonare o i dilemmi morali legati alle difficili scelte avvenute dopo aver decifrato Enigma.
Si sceglie di dare largo spazio alla creazione della macchina, al crescendo di tensione degli eventi lasciando un pò indietro l'introspezione dei personaggi 

(seppur meno che in altri film del genere)
 
Consigliato: Si!

2 commenti:

  1. Di tutti i biopic tra il mediocre e lo scadente che ho visto quest'anno direi che questo è quello che mi è piaciuto di più. sarà che intrattiene, sarà che Cumberbatch è bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sono daccordo molto fa il protagonista e il ritmo ben calibrato.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...