venerdì 28 gennaio 2011

Roméo et juliette - De la Haine à L'Amour








REGIA: Gérard Presgurvic;
ANNO/LUOGO: 2001/ Francia;
GENERE: musical, opera popolare;
LINGUA: francese;
ATTI: 2

CAST:
Damien Sargue (Romeo),
Cécilia Cara (Giulietta),
Philippe d'Avilla (Mercuzio),
Gregori Baquet (Benvolio),
Tom Ross (Tebaldo),
Éléonore Beaulieu (Madonna Montecchi),
Isabelle Ferron (Madonna Capuleti),
Sébastien Chato (Conte Capuleti),
Frédéric Charter (il Principe Escalus),
Réjane Perry (la nutrice),
Jean-Claude Hadida (Frate Lorenzo),
Essaï (Paride),
Serge Le Borgne (il Poeta).

voto: * * * *

Ho scoperto da poco questo musical francese che riporta in scena la oramai conosciutissima storia di Romeo e Giulietta. Dopo esser rimasta delusa dall'ultimo lavoro di Cocciante (che tra l'altro rappresentava la stessa storia) ero molto dubbiosa sulla visione di questo musical bastato ancora una volta sulla tragica vicenda dei due sfortunati amanti di Shakespheare.
Invece... la Rivelazione!

Prima di tutto un cast davvero meritevole ci regala delle prove canore davvero egrege contando melodie non proprio facili condite da balletti continui stretti in calzamaglie aderenti di pelle!
Complimenti davvero!
Davvero bella poi la scelta di inserire la figura della Morte (che ha le sembianze di una donna vestita in bianco) che si aggira per tutta la durata dello spettacolo intorno ai personaggi, avvicinandosi, danzando, a coloro che stanno per morire. Bellissimo!
Anche la recitazione è buona, apparte quella di Romeo che è un pò un cane selvaggio con una mono espressione da piacione per tutto il tempo (se la può permettere intendiamoci XD.. però..)
Bravissimi Benvolio e Mercuzio specie nei brani "Les beaux, les laids" quando deridono la Nutrice di Giulietta e in "On dit dans la rue" (dove fanno un'armonizzazione verso la metà che è davvero fantastica)
Da notare poi l'altra grande prova di Benvolio nel brano "Comment lui dire?" al fine del quale sembra realmente in lacrime disperato! Mitici anche Mercuzio e Tebaldo in "Le duel" dove, grazie anche a una particolare coreografia, danzano simulando appunto il duello.
Sempre per la recitazione come non citare anche la sofferta canzone finale di Frate Lorenzo "J'sais plus" dove, trovando i due giovani morti, si lascia sopraffare dal dolore e canta a Dio come Quasimodo nella bellissima "Dio ma quanto è ingiusto il mondo" di Notre Dame de Paris.
Simpatiche e brave anche la Nutrice e la madre di Giulietta in particolare nel pezzo "Tu dois te marier" quando cercano di convicere Giulietta a sposarsi.
Il bello di questo musical poi è che coinvolge dall'inizio alla fine passando da momenti di divertimento a momenti tragici con maestria (per certi versi ricorda molto l'epico film di Zeffirelli) cosa che invece il buon vecchio Cocciante ha perso per strada "regalandoci" (si fa per dire visti i 72 euro di biglietto) un'opera popolare (come lui stesso ama chiamarla) che fa acqua da tutte le parti purtroppo -____-
ma tornando a noi: musicalmente si resta sullo stile di Notre Dame de Paris anche se qui vi sono arrangiamenti più ritmati con qualche tocco di pop/rock e dance (cosa che solitamente a me non piace ma qui funziona!)
I costumi, blu per i Montecchi e rossi per i Capuleti, sono particolari e sono una via di mezzo tra classico e moderno ricordando i tipici vestiti dell'epoca realizzati però in pelle con aggiunta di paillettes e cinghie varie.
La sceografia gioca su veloci cambi di scena a più piani regalando ambienti semplici ma d'effetto.
In conclusione, se amate i musical o per meglio dire: le opere popolari, questa non potete perderla!

CONSIGLIATO: si!

Vi metto il link dove trovare l'intera playlist video --->
Roméo et juliette-De la Haine à L'Amour
e qui sotto il video di Aimer e insieme al video promozionale:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...